PRIMA LEZIONE GRATUITA

GIOVEDI  ORE 21-23

Insegnante: DANILO DE SUMMA

Il corso è rivolto ad aspiranti attori o a coloro che, per ragioni personali, artistiche o di lavoro, vogliono migliorare le proprie capacità comunicative e di relazione.
L’atmosfera di lavoro è serena e divertente. L’obiettivo è quello di intraprendere un lavoro fatto di esercitazioni, volte ad acquisire una tecnica vocale adeguata, una buona dizione e una coscienza maggiore del proprio corpo e della propria gestualità, in relazione allo spazio scenico e a chi lo abita.

ATTRAVERSO IL SOFFITTO SFONDATO

Per l’Attore l’Energia è un Come: Come Muoversi, Come dire, Come lasciar dire al corpo… Agire non significa soltanto muoversi; lo sport ne è un esempio. In entrambe i casi ci si muove, ci si concentra, si tenta di raggiungere un obiettivo, ci si stanca. Ma allora cosa fa davvero la differenza? Il Teatro prevede un Pensiero in grado di Trasformare un semplice gesto in poesia.
TrasformAzione vuole dire “Oltre la Forma”, entrare in un altro stato, diventare altro… Il lavoro dell’Attore ha a che fare con questo passaggio. Un gesto prodotto da un immagine chiara produce una Azione ricca di significati: così che una mano nell’atto di stringere un bicchiere crea un mondo costellato di segreti, desideri, ostilità, amori, capaci di toccare l’anima di chi guarda. Ma per fare questo, è necessaria la conoscenza di sé; punto di partenza, per poter Essere qualcun altro.
Elementi chiave per la scoperta di questo mondo invisibile sono il “Sorriso” in quanto apertura verso l’esterno e il “Gioco”, come conoscenza del Sé Profondo. Bisogna quindi giocare seriamente e divertirsi, allora si incontra lo Sconosciuto, le atmosfere cambiano e ciò che fino a pochi secondi prima era uno spazio vuoto diventa un mondo popolato e vivo.
Attraverso il training e la fase performativa si cercherà la verità del proprio Atto Creativo. Per questo il persorso si divide in due fasi:

Training e riscaldamento che riguarda la scoperta di sè e del proprio corpo attraverso una serie di esercizi mirati a aumentare la consapevolezza della propria persona con i suoi limiti e potenzialità:
Lavoro sul ritmo e controtempi, costruzione di ritmi e danze con il corpo; Ricerca di forme, disequilibri distorsioni e deformità; Riscaldamento vocale e utilizzo dei risuonatori, ricerca delle possibilità della voce, costruzione di ritmi vocali, canto.

Fase creativa, mirata a realizzare delle scene teatrali:
Improvvisazioni, analisi del testo, costruzione fisica del personaggio, costruzione vocale del personaggio, costruzione degli oggetti di scena, scelta dei costumi; Creazione e montaggio delle azioni teatrali.

Insegnante: DANILO DE SUMMA

SCHEDA ARTISTICA

Danilo De summa ha studiato alla scuola  dell’attore al Teatro Due Mondi di Faenza.
La sua formazione continua poi con attori e registri del calibro di: Mario Barzaghi  (teatro tascabile di Bergamo),  con Zygmund Molik (del centre of studies on J.Grotowski-Wrolaw), Roberta Carreri e Tina Nielsen (odin Teatret). Judith Malina Hanon Reznikov e Tomas Walker (living theatre) con Marco Balani, Claudio Morganti, Elizabeth Zundel.
Lavora con diverse compagnie tra cui: Teatro Minimo, Teatro scalo, Teatro Reon e con registi vari tra cui: A. Grilli, Stefano Benni, Michele Santeramo, Michele Bia, Fulvio Ianneo.
Al cinema lavora con registi del calibro di Mario Monicelli come coprotagonista ne “ le rose del deserto” e Marco Tullio Giordana ne “ sangue pazzo” e “Romanzo di una strage” e con attori come: Claudio Santamaria, Michele Placido, Giovanna Mezzogiorno, Alessandro Haber, Rocco Papaleo, Giorgio Pasotti, Claudio Amendola, Lino Banfi.
Lavora poi in diverse fiction per le varie tv nazionali.

LABORATORI E DIDATTICA

Da più di quindic’anni dirige laboratori teatrali, prima in collaborazione con l’Università di Bologna (LSX), poi privatamente, con l’insegnamento teatrale rivolto ad attori e aspiranti tali. Parallelamente a questo ha sviluppato un percorso che vede il coinvolgimento di figure che si approcciano al teatro per altre ragioni, dalle cui esigenze sono nate diverse forme di laboratorio:

  • Laboratorio Genitori-Figli “Un luogo sicuro dove incontrarsi” per famiglie che vogliono ritrovare il dialogo con i propri figli;
  • Laboratori di formazione all’interno del programma scolastico per bambini con difficoltà d’inserimento (Scuole Carducci di Bologna e Scuole Medie statali di Molinella);
  • Laboratorio/progetto in collaborazione con l’Associazione Culturale Naufragi “Un viaggio clandestino” all’interno di strutture di accoglienza per stranieri e per persone con problemi d’integrazione;
  • Laboratorio “Communitates” all’interno del progetto europeo Campus Form-area con persone che a causa della crisi hanno perso il lavoro.
  • Attualmente è docente presso FORMART che ha come obiettivo il recupero di ragazzi denominati “no-linear” provenienti da situazioni familiari difficili.

 
Durata: 48 ore in 24 lezioni

Il corso è diviso in 2 trimestri

Orario corsi teatro: GIOVEDì h 21,00-23,00